giovedì 25 novembre 2010

Happy Thanksgiving Day

Per la prima volta nella mia vita, oggi, quarto giovedì di Novembre, secondo la tradizione, ho festeggiato il giorno del ringraziamento. 



Una musica country americana di sottofondo, un buonissimo tacchino imbottito (rimasto una notte intera a cuocere nel forno), purè di patate, verdure, cramberrys e salsine varie. Alla fine, ottimi dolci fatti con zucca e cannella e biscotti di burro di arachidi...dei sapori così forti e particolari che, al confronto, il mio ciambellone bianco e al cioccolato sembrava un pivellino!!!!


Voglio abbandonare, però, l'aspetto culinario della giornata per soffermarmi su quello emotivo, sul vero significato di questa giornata, trascorsa insieme a persone speciali che testimoniano ogni giorno, con la loro vita, cosa significa ringraziare Dio per ogni cosa!!!
Ma voi sapete esattamente cos'è il giorno del ringraziamento?? E' una tradizione storica che risale agli inizi del 1620 quando tutti gli abitanti della colonia fondata dai Padri Pellegrini, a Plymouth nel Massachusetts si riunirono con le loro famiglie per rendere grazie a Dio onnipotente per tutte le sue benedizioni. I padri pellegrini erano circa un centinaio di persone che pochi anni prima erano arrivati in quelle zone dopo aver attraversato tutto l'Atlantico a bordo della famosa nave chiamata Mayflower. Gli inizi in quella nuova terra furono molto duri, ma nonostante tutto la situazione migliorò e per questo fu deciso di indire un giorno del ringraziamento a Dio per l'abbondanza ricevuta e per il successo del primo raccolto. 


Man mano che passarono gli anni, e poi i secoli, la trandizione si estese a tutto il paese, fino a quando George Washington, primo presidente degli Stati Uniti, non la proclamò nel 1789 festa nazionale.


Oggi ho trascorso davvero una bella giornata....
mi spiace solo un pò per il tacchino!!!

1 commento: