mercoledì 21 marzo 2012

Tè verde tra i fiori

"Sei venuta a me come
appare il mandorlo nel marzo crudo,
rosa, malva, di neve sopra la
campagna ancora nera,
oh primavera della primavera!"
(Jimenez)

Questo è l'inizio di una dolce poesia dedicatami da mio marito nel periodo in cui ci conoscemmo, una bella e luminosa primavera di ben quindici anni fa.
Da quel giorno ogni principio di primavera per noi è speciale, nel ricordo di quei primi giorni di sguardi furtivi e farfalle nello stomaco.


La primavera è sempre una stagione affascinante, il risveglio della natura è così rigoglioso che non può non influenzare in positivo gli animi più sensibili. Tutt'intorno è un pullulare di fiori delicati, nei colori più belli e più vari, che luccicano in contrasto con il verde brillante che si sta facendo strada tra i prati. 


E anche se il caldo stenta ad arrivare, la consapevolezza che l'inverno ormai è alle nostre spalle e il freddo anche per quest'anno e passato, ci fanno respirare un'aria diversa, calda e ancora un pò frizzantina. 


Io mi sento così, respiro a pieni polmoni quest'aria pura che mi sa tanto di nuovi orizzonti e di aperture all'infinito...e mi godo il mio tè...


 Buon inizio di primavera a tutte voi!!
Grazia

6 commenti:

  1. delizioso e molto molto originale.
    Inoltre... che romantico tuo marito :o))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Claudia...effettivamente sì....un pò lo è!! ^__^

      Elimina
  2. Wow, quanto romanticismo! Le tue creazioni sono sempre più belle!
    Un bacio.
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara....sempre gentilissima!!

      Elimina
  3. wow casco in piedi...con un debole come il mio come può non piacermi questo bracciale!!!!stupendo
    buona serata e un bacino...Marika

    RispondiElimina
  4. simpatico davvero il tuo bracciale e decisamente primaverile!!
    saluti
    gloria

    RispondiElimina