venerdì 13 gennaio 2012

Origins

Archiviato il Natale con la sua atmosfera scintillosa e tutte le sue calde ispirazioni, l'inizio di un nuovo anno si fa strada inmaniera preponderante, i giorni passano, anzi corrono, o meglio scappano via e io ancora non sono riuscita a rimettermi in carreggiata.
Non sono stata molto presente nel blog perchè la mia attività creativa è a un punto di stallo. Sto riflettendo sul passato per prendere una buona rincorsa e propendermi verso il futuro prossimo con nuove idee e ispirazioni. Adesso ho bisogno ancora di carburare, di fare il carico di energie, di guardarmi intorno e osservare tutto quello che potrebbe darmi qualche spunto per nuove idee da trasferire poi nelle mie creazioni.
 Il passato, il punto di partenza, le origini...queste sono le parole che mi ronzano nella mente da qualche giorno...e a tal proposito mi sono ricordata di questa foto, rispolverata con mia sorella durante queste vacanze di Natale.

Siamo alla fine degli anni '30, precisamente il 21 Aprile del 1937, e i due sposini sono i miei nonni. Quante riflessioni, quante idee che mi ispira questa foto. Due ragazzi che decidono di sposarsi in tempi così difficili, quando la parola "crisi" aveva un significato ben diverso da quello odierno, voleva dire fame, difficoltà vere, povertà. Di lì a poco sarebbe scoppiata la guerra, mio nonno sarebbe partito come soldato e non avrebbe avuto la gioia di veder nascere nessuno dei suoi figli perchè sempre dall'altra parte dell'Italia quando mio padre e mia zia hanno visto la luce. Tante difficoltà, tanti veri problemi, che paragonati ai nostri ci fanno sembrare tutto così banale. 
Eppure questa giovane coppia appena sposata mi ispira tante belle emozioni. Lei non aveva un abito bianco e sontuoso perchè la necessità imponeva un abito che si potesse riutilizzare in occasioni "speciali"; la foto risale a due giorni dopo il matrimonio perchè il fotografo doveva giungere dalla città e per quel giorno non poteva... Ma ci pensate oggi a una situazione del genere? Eppure loro facevano di ogni necessità virtù, e nonostante le difficoltà sono andati avanti tanti anni, indissolubilmente insieme. 
E' da qui che voglio ripartire, dalle MIE ORIGINI, per riscoprire il mio mondo e costruire su di esso...

Buon fine settimana amiche mie!
Grazia

9 commenti:

  1. Grazia, grazie per questo post ricco di emozioni!!!
    buona giornata
    sabina

    RispondiElimina
  2. Evviva i nonni! Per i loro insegnamenti, per il loro amore, per il loro esserci, semplicemente!
    Buon fine settimana anche a te!

    RispondiElimina
  3. Ciao Grazia!
    Ti auguro che questo 2012 ti porti proprio dove vuoi arrivare!
    ti abbraccio!
    donata

    RispondiElimina
  4. Cara Grazia, che bel post.....i tuoi nonni sono bellissimi e sentire la loro storia mi ha emozionato...e' proprio vero, a quei tempi c'era la vera sofferenza e le grandi difficolta', oggi ci lamentiamo soltanto e non ci rendiamo conto invece di quanto siamo fortunati!!
    Noi tutti abbiamo da imparare da storie come questa...
    Ti abbraccio e ti auguro un sereno fine settimana!
    Cri.

    RispondiElimina
  5. Antonietta Luongo13 gennaio 2012 15:05

    I nostri cari e amati nonni!

    RispondiElimina
  6. Erano fortissimi!!
    Quanti insegnamenti ci hanno lasciato <3

    RispondiElimina
  7. Una foto che mi ha colpito dal primo momento che l'ho vista. Bellissima!

    RispondiElimina
  8. Complimenti...per la fotografia e il testo! Grazie del messaggio...

    RispondiElimina